Donna bionda
Il test della domenica: quanto sono in salute i tuoi capelli?
15 marzo 2009
La posta del cuore di Woman
La Posta del Cuore di Doki Woman
16 marzo 2009
Mostra tutto
Donna depressa

Donna depressa Donne e lavoro: un binomio sempre più presente nella società, ma spesso poco tutelato. Le donne vengono pagate meno degli uomini, incontrano difficoltà nel fare carriera e si reinventano manager e angeli del focolare allo stesso tempo.

Se già prima il rapporto tra il sesso femminile e la carriera non era dei più rosei, adesso la situazione è ancora peggiore. Non fanno che ripeterlo ovunque, dai giornali alla televisione: c’è la crisi, siamo in tempi di recessione, è un brutto momento.

I prezzi si alzano, i posti di lavoro disponibili calano, sempre di più i contratti a tempo determinato; per non parlare dell’innalzamento dell’età pensionabile, proposta che arriva in un contesto già complicato.

In questo clima di depressione, non sono poche le donne che sono state lasciate a casa dal lavoro. Il licenziamento è all’ordine del giorno: come fare, allora, per superare questo brutto episodio indenni? Ecco alcune utili dritte che ti possono aiutare se sei stata licenziata.

I consigli che ti propongo sono tratti dal sito Womenworking: fondato da Helene Lerner, è un portale che condivide suggerimenti per fare carriera e per riuscire bene sul lavoro, il tutto in versione femminile. Che ne dici di prendere spunto da queste strategie per superare il licenziamento e per accaparrarti un nuovo lavoro?

_Ascolta i tuoi sentimenti

La prima cosa da fare è rendersi pienamente conto del proprio stato d’animo e accettare i sentimenti negativi: è inutile negare la tristezza, è controproducente convincersi che va tutto bene quando in realtà non è così. Quindi, vai in un posto dove puoi stare tranquilla e sfogati, tirando fuori tutto quello che hai dentro.

Poi, parlane con qualcuno che ti capisce, esternando tutti i tuoi pensieri; infine,  se ti fa sentire meglio, scrivine sul tuo diario o sul tuo blog. Ti sentirai più leggera e serena.

_Non prenderla sul personale

Questo è un passaggio difficile: viene sempre da chiedersi “Sono stata licenziata… Perché proprio io?”, tuttavia in tempi di crisi i tagli di personale sono molti e indiscriminati.

Purtroppo, anche se sei un’impiegata modello, può capitarti di essere coinvolta nella riduzione dell’organico della tua azienda. Fai una breve panoramica della tua carriera, segnati i punti che puoi migliorare e poi liberati dal senso di colpa: la recessione non guarda in faccia nessuno.

_È tempo di strategia

Hai accettato i tuoi sentimenti, ti sei liberata dal senso di colpa: sei pronta per l’azione. Prova a reinventarti, per tagliare i ponti con il passato e dare un nuovo volto alla tua vita. Prova a immaginare un altro tipo di lavoro che ti piacerebbe, oppure cambia campo. Fatti consigliare dalle persone che ti sono più vicine e non aver paura di rivoluzionare te stessa.

_Colloquio in vista? Fatti vedere grintosa e a tuo agio

Sicuramente non sei in piena forma e la tua autostima è scesa a livelli pericolosamente bassi, ma di fronte ad un potenziale boss devi mostrarti entusiasta e motivata.

Stampati il sorriso in faccia e dai il meglio di te: stai vivendo un brutto periodo, ma nessuno assume persone depresse che non hanno fiducia in sé. Inoltre, agendo come una donna forte, ti sentirai automaticamente più grintosa. Ricorda che adesso sei abbattuta, ma le cose andranno meglio.

_Fai nuove conoscenze e apri la tua mente

Ti invitano ad una mostra? Vestiti e vai.  È in programma una conferenza interessante? Fiondati sul posto. C’è una festa strepitosa? Fatti avanti. Probabilmente non avrai nessuna voglia di fare queste cose, ma conoscere gente nuova ti può aiutare a trovare un lavoro.

Non dire di no a qualche contratto a progetto, prova uno stage che ti incuriosisce, fai un corso strano: da cosa nasce cosa, e potresti sempre incontrare qualcuno che ti può aiutare a trovare l’impiego dei tuoi sogni.

Segui queste 5 tattiche per riprendere in mano la tua vita, e facci sapere come va. In bocca al lupo!

2 Comments

  1. Cri scrive:

    Questi sono consigli utili… Una mia amica è stata licenziata qualche settimana fa ed è davvero depressa… Le manderò l’articolo!!!

  2. Bella scrive:

    Io comunque credo che quando una persona è stata licenziata non sia al top della forma… Ho visto persone andare in depressione totale… Tralasciando questo, le strategie che proponete possono essere utili… Ma in certi casi c’è isogno di un aiuto da un esperto… Il problema però è: chi paga se non c’è il lavoro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *