Lezioni di trucco: ti presento il fard (o blush)
26 Maggio 2009
Fai da te: crea una tunica vintage per l’estate
28 Maggio 2009
Mostra tutto

Accendo la TV, faccio un po’ di zapping. Vedo tette, culi, donne seminude alle quali non è richiesto comporre una frase sensata, ma che devono apparire solo come oggetto di desiderio sessuale e mera decorazione. No, non è un programma per soli adulti: si tratta di una trasmissione di intrattenimento pomeridiano.

Già, perché i palinsesti televisivi – dalla pubblicità al telegiornale – ci presentano un modello di donna che punta tutto sull’apparire e sulla perfezione, per la quale la chirurgia estetica è un must dopo i 30 anni. Ma pochi se ne rendono conto: ormai siamo completamente assuefatti a questo genere di immagini e a questa mentalità.

Ecco perché il documentario Il corpo delle donne è assolutamente da vedere. Si tratta di un documentario realizzato da Lorella Zanardo e Marco Chindemi che vuole far riflettere sull’immagine della donna in televisione, offrendo un punto di vista critico e diverso dal solito. Nel seguito dell’articolo, la seconda parte del documentario.

Basta una breve panoramica della televisione italiana per rendersi conto che la donna che appare sul piccolo schermo non è nulla di più di uno strumento sessuale, umiliata e degradata, discriminata al 100%. Che esempio può offrire una velina senza opinioni, una tronista di Uomini e Donne, una letterina che ondeggia su una tavola da surf finta?

Le donne costituiscono il 60% del pubblico televisivo, e riescono a vedere le altre donne solo con occhi maschili: non è forse vero che quando osserviamo una possibile rivale la scannerizziamo segnando misure, avvenenza e quant’altro proprio come se fossimo un uomo?

Io sono convinta che sia arrivato il momento di dire basta. Noi donne non siamo solo un corpo, non siamo solo un oggetto sessuale: abbiamo un cervello, una personalità, siamo affascinanti e complicate. Diciamo no al modello imposto dai media e dalla società, al modello che ci siamo auto-imposte: offriamo un futuro migliore alle donne di domani.

2 Comments

  1. laura ha detto:

    basta con le donne oggetto….firmiamo tutti questa petizione
    è una petizione contro il sessismo nei media
    http://www.petizionionline.it/petizione/firme-contro-il-sessismo-sui-media/1090

  2. mariama ha detto:

    e’ il momento di dire basta alle donne oggetto creando una coscenza in loro stesse . se non ne sono convinte loro non si potra’ mai fare niente … e’ colpa delle donne non degli uomini .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *