Speciale Nozze d’Inverno: il Bouquet della Sposa

Bouquet di roseSecondo la tradizione, il bouquet è l’ultimo dono che il fidanzato offre alla futura sposina la mattina stessa del matrimonio: questo gesto ha come significato la fine del fidanzamento e l’inizio della nuova vita a due. Le origini del bouquet risalgono ai tempi antichi in cui si usava omaggiare con fiori le future spose.

Al termine della cerimonia nuziale, l’usanza vuole che la sposa lanci il bouquet: tutte le ragazze nubili presenti devono cercare di afferrarlo, poiché si dice che chi lo prende si sposerà presto.

Scegliere il bouquet può sembrare un’azione facile e scontata, ma in realtà di tratta di una scelta che richiede accortezza: quest’ultimo deve infatti essere in armonia con le decorazioni della chiesa, con l’abito da sposa e con gli accessori della sposa.

Per le nozze invernali, un bouquet di roselline bianche impreziosito da perle e cristalli si intona bene a decorazioni total white, che hanno come tema il ghiaccio e la neve. Se il colore rosso è presente negli addobbi della chiesa e del luogo del ricevimento, un bel bouquet di rose rosse può essere un’idea audace e raffinata. Infine, un bouquet di rose bianche e bacche di pungitopo fa una bellissima figura.

Un bouquet classico, piccolo e rotondo, è in perfetto accordo con ogni tipo di abito, mentre il bouquet a grappolo sta bene ad una sposa alta e in carne con un abito con lo strascico, perché slancia la figura. L’abito che si accorda ad un bouquet voluminoso e aperto è lungo, ed è preferibile che la sposa che porta questo tipo di mazzo sia snella e slanciata. Il bouquet a fascio si appoggia al braccio ed è il più indicato per i tailleur e gli abiti sobri con la gonna a tubo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.